come raggiungerci

Siamo in viale dello Statuto n. 3/9 ( al Tribunale )

04100 Latina

Latina é una delle pochissime città che conosca con precisione la propria data di nascita: 18 dicembre 1932. Con il nome di Littoria, fu la prima delle "città nuove" nata dalla bonifica integrale della Palude pontina.
Nel 1934 Littoria fu proclamata capoluogo della nuova provincia: undici anni dopo ragioni di opportunità politica portarono al cambiamento del nome originario in quello attuale, meno impegnativo e compromettente.
Il centro urbano di Latina si sviluppa attorno al nucleo storico del primo e secondo Piano regolatore (anni 1932-34). Qui si individuano agevolmente gli edifici di fondazione, costruiti attomo a nove piazze originarle. Tra i più significativi: a piazza del Quadrato, al cui centro si erge la statua del bonificatore, sorgono la sede dell'Opera nazionale Combattenti e bassi edifici di servizio; in piazza del Popolo, il Municipio, con l'alta torre, i palazzi finanziari e il primo albergo; a piazza S. Marco, la Cattedrale, l'ex Opera balilla e la Casa del Combattente; in Piazza della Libertà, il Palazzo del Governo (che ospita la Prefettura e l'amministrazione Provinciale: nel salone della Prefettura c'é una bella tempera a trittico di Duilio Cambellotti), la Banca d'Italia e la caserma dei Carabinieri; nel piazzale dei bonificatori, il Palazzo delle Poste di Angiolo Mazzoni; in Piazza Bruno Buozzi, il Tribunale.
E poi gli edifici della Questura, dell’ex Distretto Militare, lo Stadio, la scuola elementare di piazza Dante, gli edifici per alloggi destinati agli impiegati e ai primi uffici, realizzati dall'Ina e dall'Incis, e numerosi altri palazzi, il più singolare dei quali é il Palazzo M, che rievoca planimetricamente il monogramma di Mussolini.
Tra gli edifici nuovi, si segnala il Palazzo della Cultura, che comprende il Teatro, un ridotto, una sala conferenze, sale per esposizioni ed uffici comunali. Moderna è anche la stazione autolinee, che sorge all'imbocco della strada per Roma.

Vicino al Tribunale:

L'edificio, affacciato su Piazza B. Buozzi (già Piazza dell'Impero) in asse con il Viale G. Mazzini (già Via Adua)e viale dello Statuto venne realizzato su progetto dell’arch.Oriolo Frezzotti nel 1935.
Di notevole pregio l’aula della Corte di Assise ornata dai rilievi di Duilio Cambellotti (1876-1960) sul tema della giustizia e dagli arredi di O.Frezzotti. Nell'atrio un'iscrizione commemora il giorno dell'inaugurazione (18/12/1936).
Sulla Piazza, aldilà di due giardini, simmetricamente disposti, si affacciano i due interventi residenziali dell'INA, realizzati a corte interna nel 1936-'37 e in difformità rispetto al progetto che prevedeva il piano terra porticato. Al centro della piazza è collocata "La Pace", un'opera bronzea di Duilio Cambellotti.

 

NEWSLETTER - Aggiornati su tutte le nostre attività

Login

Esegui il login utilizzando le credenziali ricevute via email.

  or   Registrati

Password dimenticata? |  Nome utente dimenticato?

×

Registrati


Con la registrazione a questo modulo acconsento al trattamento dei dati sensibili secondo le norme del d.lgs. 196 del 30/06/2003



  or   Login
×

 NOTA! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.